Mendrisio e il suo casinò

14 Marzo 2015

140314 Precetto casinò mendrisioUn mesetto fa ho inoltrato, con altri colleghi Granconsiglieri, un’interpellanza sul tema casinò di Mendrisio che non vuole più versare i contributi al Comune. Oggi sul Corriere del Ticino è apparsa un intera pagina sul tema con, tra le altre, la mia presa di posizione. Buona lettura!

La pagina del Corriere del Ticino in pdf: 140314 Precetto casinò mendrisio

Interpellanza sui soldi che il Casinò Admiral non vuole più versare ai cittadini del Mendrisiotto

2 Febbraio 2015

images (1)INTERPELLANZA: MANCATI VERSAMENTI DELLA CASINÒ ADMIRAL SA ALLA NCKM MENDRISIOTTO SA

Tramite il presente atto parlamentare oltre a chiedere l’intervento del Consiglio di Stato intendiamo manifestare la nostra grande preoccupazione per la decisione della Casino’ Admiral SA di non adempiere all’obbligo di versare i contributi di pubblica utilità alla NCKM Mendrisiotto SA, come previsto da una specifica convenzione, con la conseguenza che quest’ultima si vede impossibilitata a riversarli ai Comuni del Distretto e ad altri Enti come all’Ente turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio. La convenzione in essere, da oltre un decennio, permettere infatti di realizzare direttamente importanti progetti nell’ambito della cultura, socialità, sport, turismo e sostegno alla mobilità (VEL).

Si sottolinea come gli enti locali si trovano già confrontati con problemi d’ordine finanziario dovuti a fattori congiunturali da un lato, che hanno pesato principalmente sulle entrate, nonché a continui nuovi aggravi imputabili in parte anche al Cantone.

Il mancato versamento dei contribuiti risulta particolamente problematico considerato che molti progetti, finanziabili con i versamenti della NCKM, sono già stati avviati dagli enti beneficiari dei contributi che si trovano ora nella difficile situazione di dover gestire i vari progette senza più poter contare su un aiuto finanziario che sembrava loro garantito.

Indubbiamente anche la Casino’ Admiral SA avrà giustificati motivi che scaturiscono da una situazione congiunturale sfavorevole, ma resta il fatto che gli impegni assunti debbono essere onorati in virtù anche del fatto che la decisione sul taglio dei contributi è stata comunicata fuori tempo massimo spiazzando comuni ed enti, i quali, come indicato in precedenza, hanno pianificato e realizzato progetti nel corso del 2014 facendo affidamento a versamenti previsti.

Tale comunicazione, improvvisa e inattesa obbliga, per quanto possibile, a sospendere i programmi per il 2015, causando gravi disagi e danni derivanti da impegni già assunti dagli Enti con vari partner.

Anche se il Consiglio di Stato non è direttamente coinvolto negli accordi che la Casinò Admiral Sa ha assunto con gli Enti locali e la NCKM, riteniamo che lo stesso possa assumere un ruolo attivo nel rivendicare i diritti degli enti coinvolti e chiedere un intervento della competente autorità federale al fine di risolvere questa spiacevole situazione.

A partire dalle considerazioni che precedono, sottoponiamo le seguenti domande al Consiglio di Stato:

  • Come giudica il Consiglio di Stato la situazione venutasi a creare fra la Casinò Admiral SA, il comune di Mendrisio e la NKCM SA con le relative conseguenze per gli Enti ed i Comuni del Mendrisiotto?
  • Intende il Consiglio di Stato far verificare tramite la Sezione Enti Locali la convenzione in essere (in particolare quella stipulata con Mendrisio) e allestire una relativa presa di posizione?
  • Considerando che a breve sarà esaminata la nuova legge sui Casinò intende il Consiglio di Stato farsi interlocutore presso i deputati alle Camere federali per informarli della situazione in modo da poter intervenire in favore dei nostri enti locali, considerando anche che la Casinò Admiral SA opera grazie ad un concessione pubblica?

Con Stima

Fabio Canevascini, Samuele Cavadini, Claudia Crivelli Barella, Matteo Quadranti

    Cerca nel sito
    Archivio