Claudia a Democrazia Diretta del 25 aprile 2016

28 Aprile 2016

Logo_image2

Ecco un post di link! 🙂

Qui la puntata di Democrazia Diretta dove ho partecipato per difendere il reddito di base. Una trasmissione ricca e interessante, trovo.

Per ulteriori informazioni sul reddito di base vi rimando al sito dell’iniziativa che voteremo il 5 giugno. INFORMATEVI, ne vale la pena.

Vi segnalo anche la mia lettera che è apparsa sui giornali.

Tra pochi giorni arriverĂ  il materiale di voto! Buona lettura-visione!

Sì al reddito di base incondizionato

25 Aprile 2016

equalsIl 5 giugno avremo l’opportunitĂ  di cogliere un’idea che circola nel mondo dai tempi dell’umanesimo rinascimentale e ancor prima, da Tommaso Campanella a Tommaso Moro, da Thomas Paine a Milton Friedman. Un’idea di uguaglianza e fratellanza tra gli esseri umani in grado di far compiere un balzo in avanti al nostro Paese dall’era dell’assistenzialismo a quella della collaborazione e della responsabilitĂ  individuale; di creare un nuovo diritto civico che superi la cassa pensioni e l’assicurazione invaliditĂ  e che apra la strada ad una societĂ  basata sui principi della fratellanza (che non è l’aiuto dal piĂą forte al piĂą debole, ma il riconoscere la forza di ciascun membro di una collettivitĂ ), del dono, della decrescita e di un modello evoluto di economia, non piĂą predatorio, bensì responsabile.

Quest’iniziativa (offrire ad ognuno il minimo indispensabile per la sussistenza economica affinché possa essere un membro attivo della società) ci offre l’occasione per riflettere su una possibile uscita dall’era dell’avere per entrare in una logica fondata sull’essere. Un suo largo consenso (immaginare una sua accettazione, in questo momento politico, è razionalmente impensabile) aumenterebbe la sensibilità sociale, l’attenzione all’altro, il valore del lavoro. Ciò che frena le persone di fronte a quest’idea è la paura del cambiamento, ma il cambiamento, in natura come in politica, è inevitabile; e la resistenza al cambiamento rende ogni processo più doloroso: già ora il nostro sistema di previdenza non è sostenibile sul lungo periodo, e decidere di cambiare paradigma in tempi ancora relativamente stabili offrirebbe un innegabile vantaggio nel permettere a tutti di condurre una vita degna e politicamente attiva.

Siamo chiamati a votare un’idea, una grande idea, lontana dai passi di piccolo cabotaggio di una politica sempre in risposta, in reazione affannosa agli stimoli esterni ma priva di una visione sul tipo di società che vogliamo offrire alle prossime generazioni. Citando José Mujica, ex presidente dell’Uruguay: “Non veniamo al mondo per lavorare o per accumulare ricchezza, ma per vivere. E di vita ne abbiamo una sola”. Teniamo con noi Seneca, mentre riflettiamo su questo tema: “Non è povero chi ha poco, ma chi desidera molto”. E con lui Epicuro: “L’uomo che non è contento di poco, non è contento di nulla”: il reddito di base ci porta lontano dalle nostre vite in affanno, a contatto con i grandi temi del vivere.

Claudia

Per una Piazza del Ponte degna di questo nome

19 Aprile 2016

downloadTrovate qua sotto il pdf del referendum contro la pianificazione di Piazza del Ponte e un foglio di spiegazione. Trovate inoltre un articolo di Tiziano Fontana pubblicato su La Regione in cui si accenna alle spese 2’050’000 fr. per una piazza provvisoria: una pazzia!

Vi chiedo di aiutarci concretamente a raccogliere firme nelle vostre famiglie e tra i vostri parenti, amici, conoscenti!
mancano 15 giorni e siamo in ritardo!!

I formulari devono essere rispediti AL PIÙ PRESTO. Potete anche consegnarli ogni pomeriggio nello studio grafico Bremer in via Stella, oppure potete portarli in Piazzale alla valle sabato o mercoledì mattina!

OGNI FIRMA CONTA!

Referendum Piazza del Ponte
Foglio informativo

Articolo di Tiziano Fontana su La Regione:

160415 Tiziano Fontanna La Regione PARTE 1
160415 Tiziano Fontanna La Regione PARTE 2

A MENDRISIO I VERDI CRESCONO! GRAZIE A VOI!

12 Aprile 2016

cartelloni-verdi-03Tutti questi complimenti mi fanno girare la testa: cercherò di tenere con me le vostre parole e il vostro sostegno quando in giro non ci sarĂ  nessuno e dovrò farmi forza per affrontare il lavoro, la fatica, le ore di solitudine e di sconforto, pensando che andiamo incontro ad altre battaglie e calci sui denti, che occorre confrontarsi con persone spesso in gamba e scaltre, ma che hanno un’idea dello sviluppo e del territorio molto diversa dalla nostra.

Ho e abbiamo bisogno come Verdi del vostro sostegno, delle vostre idee, segnalazioni, forze propositive… Ho ancora sentito persone, mentre raccoglievo firme in piazzale alla valle, dire “ah, voi verdi siete sempre contro...”: non è così! Siamo propositivi, con idee concrete e speranze per il futuro… Non lasciamo che il territorio cada sotto la pressione dei compromessi, dei tatticismi, della riverenza al dio denaro, della politica del “tanto non cambia mai niente”… come diceva il giovane in foto: “bella lì zio”!… cerchiamo di essere rispettosi ma anche irriverenti di fronte a quello che un nostro esponente di spicco (vabbè, dico il nome: Tiziano!) definisce Il Potere costituito… Citando Uga:  siamo partiti in due, poi siamo passati a tre, ora siamo in quattro, lenti ed inesorabili tra 224 anni ci saremo solo noi in consiglio comunale… ops, ma noi non ci saremo… lavoriamo per le prossime generazioni! Quello che volevo dirvi, in sintesi, è: GRAZIE! Grazie di cuore, grazie di esistere!!!

Risultati Verdi CC Mendrisio 2015Ecco qua i nostri risultati: crescita del 1% rispetto al 2013. Siamo passati da 3 a 4 Consiglieri comunali: Claudia, Tiziano, Andrea e, nuova entrata, Daniela Carrara. Benvenuta Daniela! Subentranti sono: Mauro CollovĂ , Romano “Uga” Mastrobattista, Doron Favaro, Simone Mengani, Jennifer Martinel, Raoul Gianini, Paolo Bellanca, Bojana Gottardi.

“Il fattore D”, intervista su LaRegione

3 Aprile 2016

M_NeutroUn bell’articolo di Daniela Carugati su LaRegione. Quattro candidate donne al Municipio di Mendrisio si confrontano sul tema “donne in politica”. Con Francoise Gehring, Francesca Luisoni , Marcella Bianchi e Claudia Crivelli Barella.

Scarica il pdf dell’articolo: 160402 La regione il fattore D

    Cerca nel sito
    Archivio